I 5 punti fondamentali per una corretta social media strategy

Ormai sono anni che si sente parlare di Social Media Marketing e purtroppo sono anche anni che si sente dire un po’ di tutto in merito a questa specifica attività che fa parte del ben più ampio mondo del web marketing: andiamo dai tanti, troppi, profili aziendali creati come profilo utente fino all’ormai famosissima affermazione “la pagina me la gestisce mio cugino”, passando per le diverse piattaforme gestite in maniera automatica.
Forse però, prima di affidare la vostra comunicazione aziendale, e quindi la vostra immagine, al famoso “cugino” o al povero stagista di turno, sarebbe utile che facessimo insieme il punto su cosa vuol dire sviluppare davvero una corretta strategia di social media marketing.

Ecco quali sono i 5 punti fondamentali per la definizione di una corretta social media strategy

  1. Definizione degli obiettivi
    Ebbene sì, prima di iniziare il nostro viaggio attraverso la giungla dei social network sarà bene definire dove vogliamo arrivare e cosa ci aspettiamo da questo viaggio. Vien da sé che o si conosce il mondo in cui ci si sta addentrando oppure sarà davvero difficile stabilire se i nostri obiettivi sono realistici… e sarà ancora più difficile capire come misurarli.
    Quindi, tra le varie domande da porsi, ci sono sicuramente quelle che seguono: “perché voglio canalizzare la mia comunicazione sui social network?”, “cosa mi aspetto di ottenere?”, “qual è il valore aggiunto che io posso trasmettere?”, ecc.
  2. Individuazione del pubblico
    In questo caso una premessa è d’obbligo: non è detto che il nostro pubblico off-line coincida al nostro pubblico on-line e, nello specifico, nei social network. Quindi dobbiamo capire in primis dove si trova il nostro target e/o come possiamo raggiungerlo, per poi stabilire anche quale sarà il nostro “tone of voice”, in che modo, cioè, ci proporremo nelle piattaforme sociali e ci confronteremo con il nostro pubblico.
  3. Scelta del mezzo
    Ok, ora sappiamo dove vogliamo andare e chi vogliamo raggiungere… ma con che mezzo ci arriviamo? Eccoci quindi al punto 3 del nostro elenco: di social network ce ne sono ormai a decine (se ci limitiamo a contare i più famosi) ma non è detto che dobbiamo essere presenti ovunque. Anzi! Se il nostro pubblico non utilizza una determinata piattaforma, difficilmente riusciremo a raggiungere i nostri obiettivi. Quindi è necessario individuare quelli che possono essere i canali più efficaci per la nostra azienda. Forse, se produciamo lamiere, Pinterest non sarà il nostro canale preferenziale…
  4. Definizione dei contenuti
    Ed eccomi qui, siamo arrivati a quello che, a mio avviso, costituisce il cuore pulsante dell’attività di social media marketing. È l’attività che ci permette di differenziarci dai competitors e di fidelizzare il nostro target, ma richiede costanza, conoscenza del mondo in cui ci troviamo ad operare e del nostro pubblico di riferimento e anche una buona dose di inventiva e originalità (oltre alla non così scontata conoscenza della lingua italiana…).
  5. Misurazione dei risultati
    Ultima, ma non di certo per importanza, l’attività di misurazione dei risultati è un’attività focale all’interno della nostra strategia di Social Media Marketing. Innanzi tutto perché dobbiamo capire se stiamo andando nella giusta direzione (sì, perché questa attività non deve essere fatta solo alla fine del nostro progetto, bensì anche in itinere, in modo da consentirci di “aggiustare il tiro”) e poi per poter valutare se il lavoro svolto ci ha fatto ottenere, appunto, i risultati che ci eravamo prefissati. A questo punto poi, la nostra attività non sarà comunque conclusa, perché da qui ripartiremo per definire gli obiettivi dello step successivo.

Vien da sé, quindi, che progettare un’attività di social media marketing richiede tempo, competenze specifiche e conoscenza dell’ambito in cui si va ad operare. Solo così potremmo raggiungere gli obiettivi prefissati.

27 febbraio 2015 by