Google Penguin 4 online. Adesso è realtime nel core dell’algoritmo

Google Penguin 4 live! E’ in fase di rolling out (di “srotolamento”) l’aggiornamento più atteso di Google: Penguin, l’algoritmo antispam.

La novità più grande sta nel fatto che Penguin è entrato nel core dell’algoritmo (tra i 200 segnali di posizionamento utilizzati da Google per dare ranking). La seconda novità, di certo non meno importante della prima, è che adesso è in realtime ossia non dovremo aspettare il refresh manuale dei dati. Significa anche che, probabilmente, non ci saranno più annunci di “aggiornamenti” come accade per Panda.
Terza e ultima novità: le penalizzazioni non dovrebbero riguardare più l’intero sito ma probabilmente solo i links che si trovano su siti spammer. Colpisce, insomma, i links origine e non i siti destinazione. Quei links saranno etichettati da Google come “Penguin links“.

Ci sono 23 mesi di dati da aggiornare per cui il rolling out potrebbe durare un tempo piuttosto lungo. I dati da aggiornare e le nuove classifiche da creare saranno modificate più volte. Ciò potrebbe portare a fluttuazioni nelle SERP.

Penguin sembra non agire direttamente sulle SERP di Google come, invece, fa l’algoritmo Panda.

Nessun allarme, nessuna sciocchezza come il “Mobilegeddon”. Basterà un po’ di pazienza per capire quando e se apportare modifiche alle ottimizzazioni dei siti web.

Non fatevi allarmare da newsletter e spam di presunti esperti SEO che minacciano la fine del mondo: non è così.

Se avete dubbi o timori contattatemi dalla pagina contatti di questo sito.

26 settembre 2016 by