Google: algoritmo contro i pop-up invadenti nei siti mobile

Eliminare i pop-up invadenti dai siti mobile. Dal 10 gennaio 2017, data di rilascio del nuovo aggiornamento di Google, i siti web saranno pesantemente penalizzati se interpongono – nel passaggio dalle SERP alla pagina di un sito web – dei pop-up.

Si tratta del classico pop-up che richiede l’iscrizione ad una newsletter in cambio di uno sconto o di un vantaggio (o avvisi tipo chiusure per ferie), di pop-up che mostrano pubblicità oscurando i contenuti al di sotto (finestre modali). In sostanza tutti i pop-up o finestre che si aprono prima dei contenuti bloccando l’intento dell’utente di leggere il contenuto che stava cercando saranno considerati elementi negativi ed i siti che li propongono saranno penalizzati.

Google ha già iniziato a penalizzare, molto pesantemente, molti siti web.

Solo alcuni pop-up non provocano penalizzazione:

  • cookie policy;
  • verifica dell’età;
  • mini pop-up “installa app” posizionati in alto.
  • Ne sono sicuro poiché ho interpellato due portavoce di Google. Il consiglio, per i pop-up consentiti è quello di fare in modo che non occupino tutto lo schermo dello smartphone.

    La penalizzazione varrà solo per i siti mobile. Utile ricordare, come nel 2017, l’indice primario di Google sarà proprio il mobile per cui sarebbe meglio eliminare dai siti web i pop-up interstitial invadenti.

    Per ogni necessità/consulenza sono a disposizione di tutte le aziende che possano aver bisogno di aiuto.

    12 gennaio 2017 by