Il mobile – friendly diventa segnale di posizionamento

Adesso è ufficiale. Dopo mesi di chiacchiere e voci di corridoio, Google ha reso noto che il mobile – friendly diventerà ranking factor, segnale di posizionamento. Mountain View ha informato i webmaster di tutto il mondo che il nuovo algoritmo sarà rilasciato il prossimo 21 aprile.
Questa si preannuncia come una grande novità in termini di web business, in quanto sono sempre più gli utenti che effettuano ricerche da mobile e diventa fondamentale avere un sito navigabile da smartphone e tablet.
In realtà, Google già da tempo era intento a lavorare su questo nuovo algoritmo, tanto che lo scorso ottobre 2014 ha inserito nelle SERP la scritta “Mobile – Friendly” nei siti che sono visualizzabili su dispositivi mobili.
Per i siti già navigabili da smartphone e tablet, questo nuovo aggiornamento sarà semplicemente la conferma del buon lavoro svolto finora, in quanto si erano già allineati ai desideri di Google. Di contro, il 21 aprile è la deadline entro cui, chi non dispone di un sito responsive (in grado cioè di adattarsi automaticamente al dispositivo con cui è visualizzato, cambiando il proprio layout e i propri contenuti al fine di evitare all’utente ridimensionamenti della pagina), deve necessariamente procedere alle modifiche necessarie per non perdere traffico di qualità e dunque posizionamento nelle SERP.
È importante infatti ricordare che il 61% degli utenti difficilmente ritorna su un sito mobile con cui ha avuto problemi di navigazione, mentre il 40% preferisce il sito di un competitor che abbia la possibilità di far navigare senza problemi da smartphone e tablet. Per non perdere potenziali clienti, dunque, è fondamentale rispettare la volontà di Google e predisporre il proprio sito affinché sia navigabile da qualunque dispositivo mobile.
Infine, Google ha annunciato che, per il momento, il nuovo algoritmo avrà effetto solo sulle ricerche effettuate da smartphone e non da tablet.

7 aprile 2015 by